FOOD & SOCIAL SPACE

Protagonisti privilegiati di situazioni straordinarie

Il Retail sta diventando un vero e proprio hub sociale, teatro di esperienze e d’incontri che muovono da bisogni sempre più sofisticati. Sia un centro commerciale o un outlet cittadino diffuso, il Retail è comunque una destinazione in cui vivere situazioni che vanno ben oltre la pura necessità di acquisto di beni e servizi.

I centri commerciali tradizionali stanno cambiando, per composizione, dimensioni e destinazione:

L’ipermercato si riduce a favore di un aumento della componente ristorazione, della food experience, del leisure, dell’active entertainment. Ma anche di spazi sociali: sosta e respiro, arte e vegetazione.

Food, quindi, ma anche altre forme di attrazione e intrattenimento: l’obiettivo è attrarre e trattenere, in forme conviviali e in luoghi confortevoli come le nostre case: caldi, accoglienti, identitari, in antitesi all’e-commerce e al suo anonimato.

Qualche numero:

Ricerca CBRE su 22.000 consumatori in 22 paesi in Europa, sud Africa e Medio Oriente:

il 33% va al Centro solo per mangiare (25% in Italia)

il 40% di questi si trattiene per altri acquisti (31% in Italia)

il 50% considera l’offerta f&b “molto importante”

RETAIL EXPERIENCE

Il Retail store è una brand story

Non si tratta più di amare un singolo prodotto, ma di vivere un’esperienza profonda del brand.

Il brand è la relazione che l’azienda instaura con il cliente, fatta di emozioni e sentimenti. Solo una brand story appassionata può coinvolgere utenti e consumatori in un’esperienza integrata, a partire dal negozio che è ancora oggi il cuore pulsante del marchio e il centro emotivo di comunicazione con il proprio target.

I punti vendita sono sempre più luoghi di relazione, emozione e intrattenimento, integrando design, comunicazione e tecnologia. Sono i luoghi in cui costruire, arricchire e incoraggiare nuovi rituali e nuove modalità, deve rappresentare un luogo coerente, dalla forte identità, in cui far crescere la fiducia delle persone verso il marchio.

Il design, l’architettura, la grafica, la tecnologia enfatizzano e guidano l’esperienza di scoperta e comprensione del brand e del suo insieme di valori.

REFURBISHMENT

Re-Tailoring Retail

Molte strutture in Italia soffrono di obsolescenza, scontano una situazione di deficit, non solo nel manufatto (la sua sostenibilità energetica, per esempio) ma anche nel messaggio che veicolano (culturale, semiotico) e non riescono più a sintonizzarsi con il proprio bacino di utenza e con le comunità di riferimento.

La metodologia sviluppata da L22 Retail è un processo circolare che prevede una fase di verifica preliminare, affinché i rapporti tra i vari elementi – mall, GLA, costi di costruzione ecc. – siano bilanciati e allineati con le redditività attese o programmate fino alle fasi di rigenerazione, quando il Sistema Retail ha un fisiologico declino.

Riqualificazione, ristrutturazione, riconversione  rappresentano il ventaglio di possibilità operative per la rigenerazione dei centri commerciali esistenti.

Componenti progettuali di riconversione